Marocco fai da te: i consigli per organizzare il viaggio

Marocco fai da te: segui i nostri consigli e organizza al meglio il tuo viaggio nello splendido Marocco!

Ti abbiamo già raccontato delle affascinanti città imperiali del Marocco, scrigni di storia, arte e tradizioni che si mescolano ai meravigliosi profumi di spezie e l’arcobaleno di colori dei souk; in questo articolo vogliamo invece guidarti nel pianificare al meglio la tua vacanza in autonomia.

Marocco come arrivare

Per arrivare in Marocco ci sono fondamentalmente due possibilità: prendere un volo oppure il traghetto. Da più di vent’anni la frontiera tra Marocco e Algeria rimane chiusa e questo non consente di arrivare in Marocco via terra.

Marocco in aereo

Il modo più facile, veloce ed economico per arrivare in Marocco è sicuramente l’aereo.

La maggior parte delle compagnie aeree, tra cui le compagnie low cost, volano in Marocco e raggiungono gli aeroporti di Marrakech, Fez e Agadir e Casablanca, il cui aeroporto internazionale è il principale punto di ingresso del Paese.

In poco più di 3 ore di volo si raggiunge questo incantevole Paese nordafricano e prenotando con un certo anticipo si possono trovare tariffe davvero interessanti.

Il Marocco conta 15 scali aeroportuali.

Marocco in traghetto

Una seconda possibilità per arrivare in Marocco è il traghetto.

Questa modalità è meno veloce dell’aereo, ma può essere un’ottima soluzione se si vuole portare con sé la propria auto e vivere il Marocco fai da te on the road.

marocco fai da te

Dall’Italia partono traghetti per il Marocco dalle città di Genova e Savona per Tangeri: queste tratte sono effettuate dalle compagnie Grandi Navi Veloci e Grimaldi Lines.

È possibile partire anche da altre città europee spagnole e francesi in direzione Marocco:

  • Da Algeciras (Spagna) a Ceuta e Tangeri
  • Da Almeira (Spagna) a Melilla e Nador
  • Da Motril (Spagna) a Melilla, Tangeri, Alhoceima e Nador
  • Da Malaga (Spagna) a Melilla, Tangeri, Alhoceima e Nador
  • Da Sète (Francia) per Nador

Documenti per viaggiare in Marocco

marocco fai da te

Per i cittadini italiani per viaggiare in Marocco è sufficiente presentare il passaporto con validità residua di 6 mesi.

Si può entrare in Marocco con la sola carta d’identità valida per l’espatrio solo nel caso in cui il viaggio sia organizzato da un tour operator, con un gruppo di almeno 8 persone che assicuri l’esecuzione delle formalità doganali.

Ma per il tuo viaggio in Marocco fai da te, non ti resta che controllare il passaporto e verificare la data di validità!

Durante il volo ti verrà consegnata una carta di sbarco (in alternativa si trova anche in aeroporto prima del controllo) che dovrai compilare con i tuoi dati personali e alcuni dati relativi al tuo soggiorno in Marocco; dovrai poi consegnarla agli addetti ai controlli insieme al passaporto.

Se si viaggia per turismo e il  viaggio ha durata massima di 90 giorni, non serve visto di ingresso.

Muoversi in Marocco

Un viaggio in Marocco fai da te è sinonimo di libertà e autonomia, quindi il modo migliore per muoversi è sicuramente noleggiare un’auto. Noleggiare un’auto in Marocco è piuttosto economico, ma molto dipende ovviamente dal tipo di macchina e dalla durata del noleggio.

In alternativa puoi utilizzare i mezzi pubblici: la rete di trasporti marocchina è buona.

Se nel tuo viaggio in Marocco vuoi visitare il nord del Paese, puoi tranquillamente utilizzare il treno. La rete ferroviaria infatti collega Marrakech con le altre città della costa (Casablanca, Rabat, Kenitra) fino ad arrivare a Fes e Oujda.

Anche le linee di bus locali sono piuttosto efficienti: consulta i siti delle compagnie Supratours e CTM per conoscere le tratte e gli orari.

In città il modo migliore per muoversi sono i petit taxi e i grand taxi. Questi ultimi percorrono tratte più lunghe e puoi condividerli con altri passeggeri: il consiglio è attendere che siano pieni prima di partire, così da dividere la spesa.

Moneta e shopping in Marocco

marocco fai da te

La moneta locale del Marocco è il dirham: la moneta marocchina non può essere importata né esportata quindi nessuna banca in Italia te la può cambiare prima della partenza.

La soluzione rimane quindi quella di prelevare ad uno sportello bancomat non appena arrivati in aeroporto oppure nelle città; ricorda che difficilmente troverai un bancomat nei paesini minori. Il bancomat è la soluzione migliore rispetto ai classici cambiavalute perchè spesso applicano commissioni alte e cambi non molto favorevoli.

Ti consigliamo di conservare le ricevute dei prelievi, perché ti verranno richieste al momento del cambio dirham/euro al rientro.

Con la moneta locale in tasca, sei pronto per immergerti nel fascino dei souk, i mercati marocchini che sono dei veri e propri labirinti di vicoli e minuscole botteghe in cui puoi trovare di tutto, da affascinati oggetti d’arredo a splendide stoffe, da profumate spezie a gioielli berberi.

 

Ricorda però che in Marocco – come nella maggior parte dei Paesi arabi – vige l’arte della contrattazione. Le meravigliose merci e prodotti di artigianato esposti nei souk sono tutti privi di prezzo, proprio perché il prezzo “lo fai tu”. Durante il tuo viaggio fai da te in Marocco, imparerai i trucchi di quest’arte antica: la regola vuole che la prima volta il cliente rilanci proponendo la metà del prezzo proposto all’inizio dal commerciante, ma visto che spesso questi alzano i prezzi ai turisti, non esitare a rilanciare proponendo  anche meno della metà!

Quando andare in Marocco: periodo migliore

marocco fai da te

Marocco non è solo sinonimo di caldo e deserto. Se stai pensando a quando andare in Marocco ricorda che la conformazione geografica del Paese e la sua posizione contribuiscono a sviluppare diverse caratteristiche climatiche.

Ecco perché il clima può variare di zona in zona.

Se stai programmando il tuo viaggio fai da te tra le città imperiali del Marocco, meglio prediligere le mezze stagioni.

Ti consigliamo quindi di partire durante i mesi primaverili ed autunnali, ovvero tra aprile ed ottobre, ma escludendo i mesi estivi per evitare il caldo asfissiante.

La zona della costa occidentale è bagnata dall’Oceano Atlantico che ne influenza il clima con le sue correnti. In questa zona il clima è temperato con inverni miti ed estati calde.

Il clima della costa mediterranea, invece, è più caldo di quella atlantica: sia l’acqua che la temperatura dell’aria sono più elevate di qualche grado.

In generale il periodo migliore per visitare il Marocco è quello corrispondente alla nostra primavera.

Un ultimo consiglio prima di decidere quando andare in Marocco: verifica il periodo delle celebrazioni del Ramadan, perché potresti trovare minore disponibilità di alloggi e restrizioni sulle aperture di siti di interesse turistico.


Se ti è piaciuto il post, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *