Sapa Vietnam, il fanstastico nord del Paese

Sapa Vietnam: una vasta zona di risaie e villaggi al confine con la Cina, nell’estremo nord del Paese.

Il distretto del Sapa è una meta imperdibile del Sud Est Asiatico, con le sue sconfinate distese di verde, i terrazzamenti di riso, le cascate e le colorate minoranze etniche che popolano i villaggi circostanti alla cittadina principale.

Perchè visitare Sapa in Vietnam

Sapa è una cittadina di circa 40 mila abitanti a un’altitudine di 1650 metri, chiusa dalle Alpi del Tonchino. Già i coloni francesi nel XX secolo ne rimasero affascinati, e le tracce del loro passaggio ancora si riconoscono nella piccola chiesa della piazza centrale e in alcune abitazioni coloniali.

Ma il motivo principale per cui visitare Sapa sono i dintorni: infinite distese terrazzate coltivate a riso e the, da ammirare attraverso suggestivi trekking nella natura.

Al fascino del panorama si aggiunge quello dei villaggi disseminati tra le montagne, in cui vivono le diverse tribù dalle antichissime tradizioni.

Cosa fare a Sapa

sapa vietnam

Per assaporare pienamente la bellezza di Sapa e dei suoi dintorni, ti consigliamo di fermarti qui almeno 2/3 notti.

Così hai tutto il tempo non solo per immergerti nella natura attraverso gli innumerevoli percorsi di trekking che partono dalla fiabesca Sapa, ma anche visitare i villaggi che ospitano le varie minoranze etniche: per raggiungerli, puoi affidarti ad un tour organizzato oppure muoverti in autonomia.

Ecco i nostri consigli su come organizzare il tuo viaggio a Sapa e cosa vedere:

Visitare i villaggi delle etnie locali

sapa vietnam

La cittadina di Sapa è  la porta di accesso ad un mondo di misteriose culture custodite dalle diverse etnie che ancora vivono nei villaggi circostanti.

Per via del loro isolamento geografico, questi differenti gruppi hanno conservato lingua, abiti e tradizioni autonome e continuano a condurre una vita semplice, fatta prevalentemente di agricoltura.

Alcuni di questi villaggi sono raggiungibili facilmente con un trekking fai da te consultando le mappe del luogo, altri richiedono l’accompagnamento di un’agenzia o meglio ancora, di una guida locale.

Tra i villaggi più vicini a Sapa visitabili in giornata, ci sono Cat Cat, Ta Phin, Sa Seng e Hang Da.

Il villaggio di Cat Cat si trova in una stretta vallata incastonata tra la montagne. Il villaggio è abitato dalla minoranza degli Hmong neri, variopinti nei loro abiti tradizionali con motivi geometrici e colori accesi.

Questa popolazione vive principalmente con la coltivazione del riso, oltre ad altri mestieri artigianali come la tessitura o la creazione di gioielli artigianali (che spesso vengono venduti ai turisti).

Lungo la strada principale che attraversa l’intero villaggio, si vedono le case tipiche degli Hmong, fatte di legno e con il tetto di foglie di palma.

Un altro villaggio poco distante è quello di Ta Phin, abitato da un’altra delle etnie del Vietnam del nord ovvero gli dzao rossi: questa minoranza è facilmente distinguibile per i loro tradizionali copricapi rossi, spesso decorati con una lunga fila di monete.

Appena arrivati nel villaggio, noterai gruppi di donne che tengono tra le mani colorate bobine di fili e stoffe: cuciono continuamente, tanto che dal 1998 Ta Phin è ufficialmente diventato il “villaggio dei broccati” .

Da non perdere una visita al villaggio di Ta Van, uno dei villaggi più tipici e tradizionali della zona, grazie anche al suo isolamento. È abitato da una comunità mista che raduna varie etnie, tra le quali i Giay, i Red Dao ed i Kinh.

Escursione al passo di Tram Ton

Il passo di Tram Ton si trova sul versante settentrionale del Monte Fansipan:  grazie ai suoi 1900 metri sul livello del mare, è il valico di montagna più alto del Vietnam.

sapa vietnam

Questo valico fa da spartiacque tra due fronti climatici. Infatti sul versante di Sapa il clima è spesso freddo e nebbioso, ma scendendo al di sotto del passo, fino a raggiungere Lai Chau, si trova con molta probabilità il sole e un clima caldo, oltre ad una distesa di splendide risaie poco frequentate dai turisti.

Lungo la strada per raggiungerlo, una sosta è d’obbligo alla “cascata d’argento”, davvero impressionante nella sua potenza; poco più avanti la cascata di Thac Tinh Yeu, chiamata anche cascata d’oro, all’interno di uno splendido parco naturale. Per raggiungerla bisogna percorrere un sentiero in mezzo al bosco; una volta arrivato resterai meravigliato dalla particolarità della cascata e del suo fiume che è di colore giallo, proprio come si intuisce dal nome.

Perdersi  nel mercato di Bac Ha

Si tratta di un mercato domenicale a circa 80 km da Sapa ed è davvero tra i più suggestivi.

È uno dei luoghi più autentici in cui vedere i gruppi etnici vietnamiti che abitano la regione montuosa di Bac Ha (etnia Miao, Hmong, Dao Do, Tay e Giay), con indosso i loro abiti colorati: ogni domenica si riuniscono qui per vendere i loro prodotti, tra cui  spezie, tabacco, cibo, tessuti e artigianato.

Scalare la cima più alta del Vietnam

Se sei amante del trekking, puoi raggiungere la vetta del Fansipan, alto 3.143 m, poco distante da Sapa.

Si tratta però di un’escursione piuttosto difficile e impegnativa, a causa del terreno accidentato oltre che delle condizioni meteo che spesso rendono scarsa la visibilità. Per affrontarlo affidati ad una guida locale e verifica di avere un allenamento adeguato.

Una volta in cima al Tetto dell’Indocina (così è chiamato il Fansipan), verrai ripagato di tutte le fatiche: davanti ai tuoi occhi, un paesaggio indimenticabile!

Durante il tuo soggiorno nella zona di Sapa in Vietnam, ti consigliamo di dormire in una homestay, ovvero a casa degli abitanti del luogo che ti accolgono nella loro famiglia. Non c’è modo migliore per conoscere la cultura e le tradizioni locali e  vivere in prima persona il loro stile di vita.

Le homestay migliori sono ovviamente quelle in case tradizionali, offerte da famiglie di minoranze etniche.

Quando andare a Sapa

Quando andare a Sapa e vivere al meglio la meraviglia di questo territorio?

La primavera e l’estate inoltrata sono le stagioni ideali per visitare il nord del Vietnam, ovvero da aprile/maggio fino a fine settembre.

In questi mesi il clima è mite, le temperature piacevoli, con giornate ideali per fare trekking e passeggiate lungo i sentieri di montagna. Ma soprattutto in questo periodo il paesaggio è al massimo del suo splendore, tutto è di un verde abbagliante.

La zona del Sapa è molto fredda d’inverno, con temperature che possono scendere sotto lo zero e non è raro trovare nebbia: in fin dei conti si tratta di un Paese di montagna, con forti escursioni termiche durante la giornata.


Se ti è piaciuto il post, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *