Thailandia mare, ecco le migliori destinazioni dove andare

Thailandia mare: quali sono le località balneari imperdibili del Paese del Sorriso?

In questo articolo ti consigliamo le mete di mare più conosciute e anche quelle meno note, ma tutte a loro modo uniche e indimenticabili.

Il mare della Thailandia, tra paesaggi tropicali e acque cristalline

Le migliori destinazioni balneari della Thailandia sono prevalentemente isole e si distinguono tra le isole del Mar delle Andamane nell’Oceano Indiano e quelle situate nel Golfo della Thailandia, ad est dell’Istmo di Kra.

Tutte regalano scenari da cartolina con distese di sabbia come borotalco o più intime baie che si affacciano su acque trasparenti dai mille riflessi, sotto cui si nasconde un fondale popolato di pesci multicolore.

Koh Samui

thailandia mare

Koh Samui è una delle mete balneari della Thailandia più frequentate.

Sarà per l’acqua smeraldo, per le distese di rigogliose palme da cocco e per l’entroterra montuoso, fatto sta che Koh Samui ha visto un boom turistico importante, che l’ha portata a diventare una meta  ideale per chi cerca divertimento e servizi efficienti e veloci.

Certo, questo significa che per trovare spiagge isolate a Koh Samui bisogna spostarsi, meglio lungo la costa ovest: questo tratto è relativamente molto meno sfruttato e quindi più pacifico e incontaminato.

A Koh Samui puoi trovare ogni tipo di struttura ricettiva direttamente sulla spiaggia, dalle strutture alberghiere più lussuose a bungalow in legno a basso costo ideali per i backpackers.

Tra le spiagge più belle da consigliare, Chaweng Beach la spiaggia principale dell’isola, una lunga distesa di soffice sabbia bianca che digrada dolcemente in un bel mare azzurro; Lamai Beach è invece meno affollata e proprio per questo te la consigliamo per goderti il relax senza rinunciare ai servizi.

Tra le cose da fare a Koh Samui oltre a lunghe nuotate e snorkeling, merita una visita Bophut,  un piccolo villaggio sulla costa nord dell’isola, in cui passeggiare lungo la via principale e di sera vivere i suoi locali, i ristoranti e i negozietti di souvenir sempre aperti, oltre che i mercatini allestiti sul lungomare.

Un’altra attività da provare se alloggi a Koh Samui è lo snorkeling tour a Koh Nang Yuan, un’area costituita da 3 piccole isole situate in prossimità della costa nord-occidentale.

Koh Lipe

thailandia mare

Piccola isola situata in prossimità del confine Malese, Koh Lipe non ha nulla da invidiare alle altre mete più famose della Thailandia.

Anche qui i paesaggi da cartolina non mancano: acque cristalline e spiagge bianche in cui godersi rigeneranti momenti di relax.

Le sue spiagge principali Sunset Beach, Sunrise Beach e Pattaya Beach sono famose per lo snorkeling e le immersioni subacquee: devi sapere che le sue barriere coralline sono facilmente raggiungibili perchè iniziano a pochi metri dall’arenile.

Anche se piccola, l’isola offre sistemazioni per tutte le tasche, dai resort di lusso, ai bungalow economici per i viaggiatori zaino in spalla.

Koh Phangan

Koh Phangan è diventata una meta del mare della Thailandia famosa per i Full Moon Party, feste grandiose sulla spiaggia.

Ma l’isola non è da visitare solo per la sua vita notturna, ma soprattutto per le sue belle spiagge, baie tranquille e piccoli villaggi di pescatori fatti di capanne.

Goditi l’atmosfera rilassata della costa est, meno fornita di servizi ma sicuramente più autentica e poco affollata.

Phi Phi Island

thailandia mare

Spettacolari isole unite in un arcipelago da sogno, entrato nell’immaginario comune come meta perfetta per trascorrere la luna di miele: le isole Phi Phi rappresentano la destinazione ideale per chi ricerca lo stile tropicale, esotico e incantato del mare delle Andamane thailandesi.

Nonostante l’arcipelago sia costituito da 6 isolotti e piccole isole, solo due sono abitate. La più grande, Phi Phi Don, è anche quella in cui si concentra maggiormente la movida.

Se cerchi tranquillità, preferisci l’isola minore di Phi Phi Leh: l’isola è un parco marino nazionale tutelato dal governo thailandese, in cui puoi trovare incantevoli lagune protette da scogliere calcaree, dove il contrasto tra  il verde della vegetazione e il blu brillante del mare, crea una suggestione emozionante.

Koh Phi Phi Don è la più grande dell’arcipelago delle Phi Phi e come la sua sorella più piccola, è un vero e proprio paradiso tropicale. La sua particolarità è quella di essere formata da due distinte isole collegate da un piccolo lembo di sabbia e palme: questo crea una splendida doppia baia, perfettamente simmetrica, di soffice sabbia bianca.

Tra le destinazioni balneari della Thailandia, le Phi Phi Island sono le più famose proprio perché regalano scenari da sogno, con spettacolari scogliere a picco su un mare verde smeraldo, spiagge bianche con sabbia soffice e una barriera corallina coloratissima da scoprire con snorkeling e immersioni.

L’isola di Ko Chang

L’isola di Ko Chang sembra avere due anime: la parte ad occidente più movimentata, piena di negozi e locali notturni; la parte ad est invece meno frequentata, dove puoi trovare ancora paradisiache spiagge vergini, come Zion Beach.

L’isola si caratterizza per un territorio montuoso con rilievi granitici risalenti a 200 milioni di anni fa: questo rende la viabilità dell’isola abbastanza problematica, con strade strette e piene di curve.

Ma forse è proprio questo il fascino impenetrabile dell’isola, abbracciata dalla fitta vegetazione che ricopre le montagne e che regala forti contrasti cromatici con l’azzurro del mare.

Oltre a distenderti al sole nelle spiagge più famose come White Sand Beach, Chai Chet Beach e Klong Prao Beach, ti consigliamo un tuffo sotto la cascata di Klong Phlu, a pochi km dal centro di Klong Phrao. ll punto panoramico più bello si trova sulla cima, dove si apre una grande piscina naturale perfetta per rinfrescarsi.

Koh Phayam

Meno conosciuta di quelle menzionate finora, Koh Phayam mantiene ancora il fascino autentico dei paradisi poco frequentati dai turisti. L’atmosfera che si respira è quella tipica thailandese, dove non circolano macchine e le persone che si incontrano sull’isola sono per lo più locali o qualche “viaggiatore indipendente”.
Koh Phayam si trova  nel Mare delle Andamane vicina al confine con il Myanmar e ricorda l’atmosfera di Koh Samui com’era 20 anni fa prima del boom turistico, un vero paradiso per gli amanti di mare e natura.

Nell’isola si respira un clima tranquillo e rilassato, dove distendersi su un’amaca all’ombra, tra una bibita e un buon libro.
Le migliori spiagge si trovano tutte a ovest, dove il mare ha una temperatura davvero perfetta.

Tra le più belle spiagge c’è Heaven Beach, con la sua acqua verde trasparente e le sue mangrovie. Poco lontano proseguendo sulla stessa strada c’è Monkey Bay, una piccola baia circondata da una giungla abitata da scimmie, tucani e scoiattoli.

A Koh Phayamnon perderti anche Buffalo Bay, un piccolo paradiso ancora poco frequentato.

Krabi

thailandia mare

Ancora poco conosciuta, Krabi è una destinazione balneare sulla terraferma: a differenza di quelle elencate non è quindi un’isola e per raggiungerla si possono usare comodamente i bus notturni in partenza da Bangkok.

A Krabi trovi una grande varietà di paesaggi: dal mare cristallino su cui svettano isole appuntite ricoperte di vegetazione, alle foreste di mangrovie abitate dalle scimmie, alle cascate fino alle montagne immerse nella giungla.

Naturalmente Krabi è maggiormente frequentata per le sue spiagge meravigliose, tra le più belle dellla Thailandia. Tra queste c’è Ao Nang Beach, la più grande e la più facilmente raggiungibile; da non perdere anche Hat Noppharat Thara, che fa parte del parco naturale marino a cui appartengono anche le Phi Phi Island.

Quando andare nel mare della Thailandia?

Per vivere una vacanza al mare senza pensieri, informarsi sul meteo prima di partire è fondamentale.

Se parliamo del mare della Thailandia, bisogna sapere che c’è una sostanziale differenza di clima tra la zona orientale e quella occidentale.

Se hai intenzione di partire durante le vacanze natalizie o comunque durante i nostri mesi invernali, le destinazioni balneari della Thailandia da preferire sono PhuketKrabiPhi Phi, Koh LantaKoh LipeKoh Samet e Koh Chang, mentre se stai organizzando il viaggio per l’estate, ti consigliamo Koh Samet, Koh Phangan, Koh Tao e Koh Samui.

In effetti, la costa est della Thailandia che si affaccia sul Golfo di Thailandia (o Golfo del Siam) è interessata dai monsoni durante i mesi estivi, che però non si fanno sentire in maniera intensa; molto più intenso è il cosiddetto monsone di ritorno che va da ottobre a dicembre: in questi mesi le precipitazioni  sono molto abbondanti, talvolta torrenziali.

Il mare ad ovest della Thailandia, invece, è colpito dalle forti piogge in estate,  dato che il monsone viene proprio da sud-ovest e colpisce le coste direttamente dal mare. Meglio preferire le spiagge di Phuket, Krabi, Isole Phi Phi, Koh Lanta, Koh Lipe da dicembre a marzo, quando le piogge sono più rare, ma le temperature si aggirano intorno ai 30°.


Se ti è piaciuto il post, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *